Un Sant’ Angelo arrugginito porta a casa un punto dalla trasferta di Almenno San Salvatore. Potrebbe essere questo, in sintesi, il riassunto della domenica della squadra rossonera in terra bergamasca. Risaliva al 5 dicembre, infatti, l’ ultimo match giocato dalla squadra di mister Gatti. Tra la vittoria sul Mapello e la sfida al Lemine sono passati trentacinque giorni in quanto tra precipitazioni nevose e casi di positività al Covid-19 non si è più riuscito a giocare e lo stato di forma del Sant’ Angelo ne ha in parte risentito.
 

 

I rossoneri scendono in campo con il nuovo portiere Viotti tra i pali, Radaelli, De Angeli, Gritti e Confalonieri in difesa, Mauri, Lazzaro e Bugno a metà campo ed il tridente composto da Silla, Vai e Vaglio.
 

 

Nella prima mezz’ ora il Sant’ Angelo ha in mano il pallino del gioco riuscendo ad avere anche un predominio territoriale nella metà campo avversaria ma, tuttavia, non riesce ad impensierire il Lemine Almenno. Il risultato si sblocca nel finale di primo tempo, precisamente al trentaduesimo, quando Silla si guadagna un rigore e Bugno, con il suo sinistro, lo trasforma. Il vantaggio paradossalmente da coraggio al Lemine Almenno che riesce a costruirsi una grossa occasione al quarantatreesimo ma è provvidenziale Gritti a salvare la porta difesa da Viotti. All’ intervallo le squadre rientrano negli spogliatoi per un tè caldo sul risultato di 1-0 per il Sant’ Angelo.
 

 

La ripresa è tutta di marca Lemine. I bergamaschi vanno vicini al gol del pareggio al quarantasettesimo con Seferi che non riesce a trovare la zampata decisiva a pochi passi dalla porta di Viotti. Il gol del pari arriva al minuto settanta sugli sviluppi di un calcio d’angolo: dalla bandierina batte Lomboni, Marzeglia allontana di testa ma la palla giunge al limite dell’ area nei piedi di Mosca che calcia in porta e sulla traiettoria della sua conclusione è bravo a deviare alle spalle di Viotti il classe ’98 Lizzola. All’ ottantesimo De Angeli prova ad indirizzare verso la porta un invitante suggerimento di Lazzaro da calcio piazzato ma la palla termina fuori dallo specchio. Nel recupero l’episodio che poteva cambiare l’ esito della partita: su un lancio lungo della retroguardia bergamasca il Sant’ Angelo si fa trovare impreparato, ne approfitta Capelli che vedendo Viotti fuori dai pali prova a scavalcarlo con un pallonetto ma la palla termina sopra la traversa. E’ l’ultimo brivido di una partita, in realtà, non molto entusiasmante. Lemine Almenno vs Sant’ Angelo 1-1. Risultato finale.
 

 

Nel post partita è stata lucida l’ analisi di mister Gatti: “Abbiamo disputato una mezz’ ora da sei in pagella poi la partita l’ hanno fatta loro. Non era facile dopo così tanto tempo e dieci casi Covid tornare a giocare perciò ci teniamo il punto. Quello che i ragazzi devono capire è che certe partite se non puoi vincerle non devi perderle. Invece oggi, nel finale, abbiamo rischiato e questo non deve accadere”
 

 

La squadra, dopo una giornata di riposo, si ritroverà martedì 11 gennaio al centro sportivo "Guazzelli" di Riozzo per proseguire gli allenamenti in vista della ripresa del campionato programmata per il 30 gennaio 2022.

Commenti

LEMINE ALMENNO vs SANT' ANGELO 1-1
STADIO “CARLO CHIESA”: LA PRESA DI POSIZIONE DELLA SOCIETÀ