Alla vigilia del match mister Domenicali aveva previsto una partita difficile e così è stato. Il Sant’ Angelo affronta un Albino Gandino coriaceo, tignoso e molto, molto determinato. I rossoneri faticano nel primo tempo e dominano nella ripresa: il risultato è un 2-2 finale che regala un punto a testa alle compagini in campo. 

Il Sant’ Angelo scende in campo con l’ormai consolidato 4-3-3 dove le novità sono rappresentate da Radaelli che rileva Alpoli nel ruolo di terzino destro (prima da titolare per l’esterno proveniente dalla Pergolettese) e Gomez che parte al posto di Cicciù come mezzala destra. Per il resto mister Domenicali conferma gli uomini che fino a questo punto gli hanno dato più garanzie: Alborghetti in porta, De Angeli, Marioli e Florindo a completare il reparto arretrato insieme al già citato Radaelli, a fianco a Gomez giocano Lazzaro e Perez mentre davanti è confermatissimo il tridente Vaglio, Bertani, Silla. 

Nemmeno il tempo di iniziare ed il Sant’ Angelo è già sotto. Con una punizione precisa al punto giusto è Mister a battere Alborghetti e portare in vantaggio la formazione bergamasca. E’ un inizio shock quello dei rossoneri che per diversi minuti accusano il colpo subendo diverse iniziative avversarie. Alla prima, vera, occasione costruita però il Sant’ Angelo trova il pareggio. Gomez dal limite dell’ area allarga per Florindo che propone un traversone in mezzo all’ area, Bertani prova ad arpionarla con la punta del piede destro e di fatto la sistema per Vaglio che lascia partire un diagonale che non da scampo al portiere avversario Bogazzi. Il Sant’ Angelo dopo il gol del pareggio ritrova la fiducia venuta meno nella prima mezz’ora di gioco e prova a far male all’ Albino Gandino ma la doccia fredda è dietro l’angolo. Su una palla recuperata a metà campo ed allargata sulla corsia di sinistra l’ Albino Gandino riesce a liberare al tiro il vivacissimo Rega che lascia partire un tiro imparabile per Alborghetti. Al 35’ il risultato dice Sant’ Angelo - Albino Gandino 1-2. Il Sant’ Angelo prova a pareggiarla nel finale di primo tempo ma nessun tentativo va a buon fine. All’ intervallo Albino Gandino in vantaggio di misura al “Carlo Chiesa”. 

Nella ripresa mister Domenicali inserisce subito Alpoli e Cicciù per Radaelli e Gomez mentre dopo qualche minuto entra Panigada, richiesto a gran voce dal pubblico sugli spalti, al posto di Vaglio e la musica per la compagine rossonera cambia. Proprio Panigada si rende protagonista con diverse belle azioni che portano i compagni a concludere (Bertani alto di poco attorno all’ 11’) oppure proprio il bomber ex Città di Sangiuliano ad andare vicino al gol del pari (un colpo di testa ben neutralizzato da Bogazzi ed una spettacolare rovesciata controllata però senza problemi dall’ estremo difensore bergamasco). L’ inerzia della partita porta il Sant’ Angelo a continuare a provare l’offensiva nei confronti di un Albino Gandino che bada solo a difendere il prezioso risultato e le cose sembrano mettersi male per i rossoneri quando all’ ottantesimo Puccio viene espulso per un fallo di reazione nei confronti di un avversario. Il Sant’ Angelo sotto di un gol e di un uomo è alla disperata ricerca di un gol che gli permetta quantomeno di riacciuffare il risultato. Il gol arriva in pieno recupero, precisamente al novantatreesimo, quando Bertani riceve al limite dell’ area un suggerimento di De Angeli, nel frattempo spostatosi dal centro della difesa in attacco per tentare il tutto per tutto, e con la punta del piede sinistro è bravo a battere l’estremo difensore bergamasco Bogazzi. Il “Chiesa” esplode di gioia per il gol di Bertani che di fatto chiude le ostilità della partita. Sant’ Angelo - Albino Gandino 2-2, risultato finale.

Nel post partita ha parlato mister Domenicali.

“Non mi aspettavo una partita così tanto complicata anche se  sapevo che l’ Albino Gandino era una buona squadra. Loro hanno corso parecchio e ci hanno aggredito tanto e devo dire che nel primo tempo abbiamo sofferto parecchio e questo ha fatto sì che le nostre difficoltà sono aumentate. Nel secondo tempo invece abbiamo fatto un ottimo secondo tempo, mettendoci bene in campo e neutralizzandoli sulle fasce, creando tante palle gol. Peccato non essere riusciti a pareggiare prima perché avremmo potuto cercare anche il terzo gol dato che l’inerzia della partita era nelle nostre mani. Il fatto che siamo rimasti in dieci riuscendo a pareggiare significa che i ragazzi ci hanno creduto e mentalmente non hanno mai mollato. Direi che abbiamo meritato il pareggio anche se giocandola in maniera diversa nel primo tempo potevamo anche vincerla” ha dichiarato il mister rossonero. 

La squadra, dopo una giornata di riposo, si ritroverà venerdì 16 ottobre al centro sportivo “Guazzelli” di Riozzo per preparare il match interno con la Luisiana in programma domenica 18 ottobre alle ore 15:30 per la quarta giornata del campionato di Eccellenza. 

Commenti

SANT’ ANGELO vs ALBINO GANDINO 2-2
APERTA LA PREVENDITA DI BIGLIETTI PER SANT' ANGELO vs LUISIANA DI DOMENICA 18 OTTOBRE (QUARTA GIORNATA DI CAMPIONATO)