I rossoneri erano chiamati ad una pronta rinascita dopo l’inaspettata sconfitta di settimana contro il La Spezia e loro hanno risposto alla grande rifilando un secco 2-0 al San Giuliano. Mattatore della partita è Roberto Odi che, grazie ad una doppietta siglata nei primi minuti della partita, porta l’intera posta della sfida al “Chiesa”.
Per il big match di questo turno, mister Tanelli dispone i suoi con il classico 4-3-3 che vede Italiano in porta; difesa a 4 con Dragoni-Fondrini centrali e Bontempi-Spaneshi terzini; centrocampo nei piedi sapienti del trio Allieri-Greco e Milani; davanti vi è il ritorno di Toscani dopo le 5 giornate di squalifica che viene spalleggiato da Odi e da Zingari.
La partita inizia nel miglior modo per i padroni di casa che trovano subito il gol al primo affondo disponibile : Zingari riceve palla sulla destra, punta l’avversario e lo disorienta con delle serpentine da fermo e mette in mezzo un cross di destro (non il suo piede naturale) che Odi deve solo spingere in porta. 1-0 e partita messa subito sui binari giusti per i barasini che raddoppiano dopo neanche 3 minuti sempre sull’asse Zingari-Odi : calcio d’angolo perfetto del numero 10 che trova la deviazione vincente del numero 11. Con questa doppietta, “Flash” Odi raggiunge 12 gol in campionato. Sull’onda dell’ entusiasmo, i rossoneri vanno vicino al colpo del ko con un Zingari ispiratissimo ma il suo tiro al volo esce veramente di poco. Questo pesantissimo uno-due ha tramortito gli avversari che non si fanno mai vedere dalle parti di Italiano, vero spettatore non pagante. I padroni di casa controllano bene il match cercando con insistenza anche il gol del ko ma il diagonale di Greco, ben imbeccato in profondità da Zingari, è debole ed è preda facile del portiere avversario. Questa azione coincide anche con il finire del primo tempo che vede il Sant’Angelo tornato come quello dell’andata, tutto cuore e grinta.
La seconda frazione vede gli ospiti cambiare assetto di gioco passando da un 4-4-2 ad un 3-5-2 per tentare almeno di arrivare al pareggio ma oltre a tanto possesso di palla e ad un colpo di testa di Zoia che finisce alto e ad un tiro di Caimi allo scadere ben neutralizzato di Italiano, il San Giuliano non si rende mai pericoloso. I rossoneri, invece, sono riusciti a tenere sotto controllo il match portando a casa una vittoria di monumentale importanza. Al fischio finale è una gioia al quadrato perché oltre alla vittoria, vi è anche la sconfitta della capolista Trevigliese che cade per 3-2 nel derby contro l’Acos. Sconfitta che permette ai barasini di accorciare a sole due lunghezze dalla vetta, ora più vicina che mai. Si rosicchia, si rosicchia…
Con un ottimo primo tempo, il Sant’Angelo ha trovato quella grinta che si era un po’ persa nelle ultime uscite stagionali e che servirà per queste ultime giornate di campionato senza dimenticare anche la Coppa, appuntamento che non si deve sbagliare. Restando uniti e giocando con la bava alla bolla si può raggiungere l’impossibile. Fino alla fine ragazzi!

Prossimo appuntamento : mercoledi 6 marzo, ore 20:30  allo Stadio Comunale di Zeccone -> Viscontea Pavese – Sant’Angelo, valevole per la Coppa Italia

ADOSS!!

Di Giovanni Rusconi

 

Commenti

Sant'Angelo - Atletico San Giuliano: La Photogallery completa
Coppa Italia, la designazione arbitrale