E’ iniziata ufficialmente la stagione 2020/2021 dell’ A.S.D. Sant’ Angelo 1907. Questa mattina attorno alle ore 08:30 calciatori e staff si sono riuniti allo stadio “Carlo Chiesa” per dare il via ufficiale alla stagione della squadra barasina. 
Dopo aver ritirato il materiale tecnico dagli storici magazzinieri, Sandro Ferrari e Maurizio Foroni, tutto il gruppo rossonero si è radunato sulla tribuna “Enzo Scaini” per i tradizionali saluti di rito da parte delle autorità comunali e della dirigenza. 

A dare il benvenuto è stato il vice presidente esecutivo rossonero Matteo Marinoni che ha ricordato, soprattutto ai volti nuovi, l’importanza dello stadio “Chiesa”: “Ci tenevamo tanto ad iniziare la stagione qui nel nostro stadio perché questa è la nostra terra, questo è il nostro stadio.”. 

Successivamente ha preso la parola Antonio “Tonino” Lucini che in qualità di vice sindaco ha rappresentato l’Amministrazione Comunale. “E’ la quinta volta che vengo qui d’estate ed è sempre un’ emozione per me essere allo stadio per la presentazione della squadra. Oltre che amministratore comunale sono anche tifoso quindi per me è una doppia emozione. Mi fa piacere vedere che ci sia anche qualche 2003 presente oggi perché significa che il settore giovanile sta lavorando bene, io in passato ne sono anche stato segretario, e la filiera è produttiva nei confronti della prima squadra. Non prometto niente, come sempre, ma di sicuro posso dire che proseguiremo il tavolo tecnico-organizzativo che abbiamo già imbastito con la dirigenza affinchè lo stadio torni ad essere completamente agibile. Abbiamo già iniziato le verifiche per quanto riguarda la struttura e, avendoci fermato il Covid, non abbiamo potuto proseguire con quello che dovevamo fare. Vogliamo arrivare all’ ultima curva per poi cercare di vincere: la squadra è ambiziosa come lo è il Comune. Buona stagione a tutti e…adosss!”. 

Non poteva certo mancare il saluto del presidente Rino Balzano che si è limitato ad augurare una buona stagione a squadra e staff. 

Poco dopo le ore 10:00 è iniziata la prima seduta di allenamento delle due previste per la giornata odierna. Mister Domenicali ha lasciato subito spazio al nuovo preparatore atletico Ciro Improta. Il “prof” non ha perso tempo spiegando ai calciatori la sua metodologia di lavoro e iniziando, fin da subito, a torchiarli. Dopo un iniziale riscaldamento basato su delle andature e qualche allungo Improta ha fatto svolgere un circuito di forza alternato a degli esercizi di core stability. Proprio il neo preparatore atletico barasino ha voluto spiegare la sua filosofia: “Ho inviato già il 1° agosto ad inviare dei programmi individuali ai ragazzi. Ho parlato singolarmente con tutti e con il fisioterapista per poi inviare ad ognuno un programma individuale. Da stamattina abbiamo iniziato un lavoro collettivo: abbiamo iniziato con un lavoro di mobilità articolare e dinamica per poi fare un circuito a carico naturale con plank e squat tutto a carico naturale. La prima settimana sarà basata su questi tipi di lavoro, ovviamente in aggiunta al lavoro aerobico, e questo ci consentirà di recuperare quanto perso durante questo lungo periodo di stop. Ho parlato subito chiaro ai ragazzi. E’ facile dire ‘vincere’ ma io credo solo ad una parola ‘lavoro’. Con il lavoro ed il credere in quello che si fa, formando un gruppo di persone che vengono al campo lavorando con entusiasmo, si può raggiungere l’obiettivo che abbiamo”. 

Non è mancato, naturalmente, il pallone che è comparso a fasi alterne tra gli esercizi proposti dal “prof” Improta. E’ stato mister Domenicali, coadiuvato dal suo vice Luciano Castioni (un ritorno, per lui, quello in rossonero), a seguire personalmente la parte con la palla in cui ha proposto degli esercizi di tecnica individuale ed a coppie. 

Dopo circa due ore di lavoro la squadra, lo staff e tutto il gruppo dirigente si è spostato al ristorante “Dai Pugliesi” di Melegnano dove tutti hanno pranzato e riposato in attesa della seconda seduta quotidiana prevista per le 16:30

Il pomeriggio ha visto il “ritorno” al centro sportivo “Guazzelli” di Riozzo, utilizzato l’ultima volta a fine febbraio prima dello stop obbligatorio causato dal Covid-19, ed alle 16:30 in punto è iniziata la seconda seduti di allenamento prevista dal calendario della preparazione. Dopo il riscaldamento iniziale la squadra ha eseguito degli esercizi agli ordini di mister Domenicali prima di passare, dopo circa quaranta minuti di lavoro, nelle mani nell’ ormai noto “prof” Improta che ha fatto svolgere un’ intensa seduta aerobica. Al termine della seconda seduta, durata circa un’ ora e mezza, è stato proprio mister Domenicali ad esternare tutta la sua soddisfazione ed il suo entusiasmo per il positivo ritorno in campo della sua squadra: “Entrambi gli allenamenti sono andati abbastanza bene e sono stati in linea con le aspettative. In questa prima settimana lavoreremo sia sulla corsa che sulla fase di possesso palla per poi passare, tra qualche giorno, anche alla parte tattica. Proverò una disposizione in campo con il modulo 4-3-3 anche se l’importante saranno i principi ed i concetti sui quali lavoreremo e che dovremo essere bravi ad applicare. Alla squadra ho ribadito l’obiettivo che ha la società: vincere. Non è facile, anzi direi che è difficile, quindi dobbiamo lavorare veramente tanto ed ognuno deve dare più del 100% per cercare di raggiungerlo.”

Presente ad assistere ad entrambe le sedute di allenamento colui il quale ha costruito la squadra rossonera, il direttore sportivo Davide Raineri. “Oggi è il primo giorno e c’è sempre entusiasmo. A maggior ragione oggi visto il grande periodo di stop. La campagna acquisti non è ancora conclusa perché non abbiamo ancora completato l’organico. Entro fine settimana vorremmo chiudere il discorso ‘under” perché siamo in attesa di un 2002 per metterlo a disposizione del mister.”

Una giornata intensa ma è solo l’inizio. Domani, 19 agosto, sono previste due sedute di allenamento rispettivamente alle 10:00 ed alle 16:30 sempre al centro sportivo “Guazzelli” di Riozzo.     

Commenti

PREPARAZIONE 2020/2021 - I CONVOCATI
IL IV MEMORIAL “ACCERBI” NON SI DISPUTERÀ NEL 2020