Il Sant’ Angelo si qualifica agli ottavi di finale di Coppa Italia vincendo con i due gol di scarto necessari la partita contro il Codogno. Come noto ai rossoneri serviva vincere con un margine superiore ad un gol per avere differenza reti migliore rispetto al Sancolombano, l’ altra squadra facente parte del girone 15 del primo turno, e qualificarsi al turno successivo. Così è stato.

Al termine di una partita particolare, caratterizzata da due espulsioni comminate ai danni di altrettanti calciatori del Codogno, il Sant’ Angelo porta a casa l’intera posta in palio (e, come detto, la qualificazione) grazie alle reti di Marioli nel primo tempo ed ai rigori di Panigada e Vaglio nei minuti di recupero della ripresa.

L’ undici titolare scelto da Domenicali per affrontare la squadra bassaiola presenta qualche novità rispetto alle ultime uscite. In porta, confermato, va Alborghetti sostenuto da una rinnovata linea difensiva composta da Alpoli e Florindo sugli esterni, la garanzia De Angeli e Marioli in mezzo. A metà giocano Gomez, Lazzaro e Perez mentre nel tridente offensivo la novità è rappresentata da Jan Casali, classe 2003 prodotto del vivaio rossonero, che parte da titolare per la prima volta in carriera insieme al veterano Bertani ed al confermato Romani.

L’ avvio è subito di marca rossonera: Lazzaro si incarica della battuta di un corner dalla destra, Bertani anticipa tutti sul primo palo e prolunga sul secondo dove sbuca proprio Casali che da pochi passi non riesce portare in vantaggio la sua squadra. Pochi minuti dopo è ancora Bertani a rendersi pericoloso con un’ azione simile ma questa volta la sua incornata è indirizzata verso la porta e finisce alta di poco. Il vantaggio del Sant’ Angelo arriva dopo 20’ minuti di costanti tentativi. Romani propone un traversone a rientrare verso il centro dell’ area, De Angeli fa da sponda scaricando per Marioli che calcia con il mancino centralmente una palla sotto la traversa con il portiere del Codogno Sayaih che si lascia passare la palla in mezzo alle mani e regala, di fatto, il vantaggio alla squadra rossonera.
La produzione offensiva degli uomini di mister Domenicali non si placa certo dopo il vantaggio. Lazzaro su punizione centra la base del palo alla sinistra del portiere avversario e poi, sempre su una conclusione insidiosa di Lazzaro, i rossoneri colpiscono un altro legno a seguito di una deviazione su un tiro del regista barasino. Dopo un tentativo del Codogno con una verticalizzazione per Zamble, fermato dal guarda linee in posizione di fuorigioco, il Sant’ Angelo torna a bussare alla porta di Sayaih con Bertani che, dopo un ottimo dribbling al limite dell’ area, impegna il portiere codognese con una conclusione rasoterra. Nel finale di primo tempo c’è spazio per una bella azione rossonera: Perez fa tunnel a Giavardi ed esegue una triangolazione con Romani per poi proporre una palla invitante per l’accorrente Casali che indirizza in porta nonostante la pressione del suo diretto marcatore ma non riesce ad imprimere forza tale alla palla che giunge comoda nelle braccia del portiere Sayaih. All’ intervallo Sant’ Angelo-Codogno 1-0.

Nel secondo tempo il copione non cambia, anche perché al Sant’ Angelo serve un altro gol per qualificarsi al turno successivo, tanto è vero che dopo pochi minuti Gomez di testa impegna Sayaih su un traversone invitante di Romani. Il Codogno al 55’ rimane in dieci uomini a causa dell’ espulsione di Zamble, che riceve un giallo per simulazione dopo l’ammonizione del primo tempo per fallo di gioco, ed il Sant’ Angelo ha ulteriori possibilità di trovare lo spazio giusto tra le maglie azzurre. A dire il vero, dopo essere rimasti in un uomo in meno, gli uomini del mister codognese El Sheikh (ex indimenticato calciatore barasino) riescono a creare due occasioni per far male al Sant’ Angelo: prima Odi, con il mancino, a impegnare Alborghetti in presa con un tiro dal limite dell’ area e poi Mapelli con una punizione alta di poco sopra la traversa della porta rossonera. All’ 85’ arriva una doccia gelata per il Sant’ Angelo: Sayaih rilancia lungo oltre la metà campo, Mapelli spizza e trova Imprezzabile che passa davanti ad Alpoli e Marioli lasciando partire una conclusione mancina che sorprende Alborghetti fissando il punteggio sull’ 1-1.
Gli uomini di mister Domenicali hanno bisogno di un mezzo miracolo e con cinque minuti a disposizione più recupero iniziano a caricare a testa bassa per cercare un’ ormai lontana ma non impossibile qualificazione. I tentativi dei calciatori rossoneri non sono vani. Al 90’ Lazzaro cerca in area De Angeli con un lancio molto preciso in area di rigore, il centrale difensivo rossonero fa da sponda per Panigada che viene atterrato dall’ estremo difensore avversario. Calcio di rigore che si incarica di battere (e realizzare) Panigada: 1-1. La terna arbitrale assegna sette minuti di recupero ed al minuto 93 arriva un altro calcio di rigore a favore del Sant’ Angelo con Panigada che dopo un’ azione personale cade dopo un contatto con Giavardi. Sul dischetto questa volta si presenta Vaglio che realizza il gol qualificazione. Sant’ Angelo-Codogno 3-1, risultato finale.

Nel post partita hanno parlato mister Domenicali, Stefano Panigada e Riccardo Vaglio.

“Una vittoria meritata aldilà del fatto che gli avversari hanno avuto due espulsioni. Già nel primo tempo potevamo avere due gol di vantaggio se non avessimo colpito due pali e non ci fossero state parate del loro portiere. Sono contento di quello che ha fatto la squadra perché ha giocato con ordine e lucidità anche se dobbiamo migliorare negli ultimi venti metri. Mi dispiace veramente tanto aver subito il gol dell’ 1-1 perché abbiamo commesso un gravissimo errore difensivo per cui in futuro sarà un errore da evitare sicuramente” ha dichiarato il mister rossonero.

Grande felicità nelle parole di Stefano Panigada che ha realizzato il suo primo gol in rossonero: “Il mio gol ha contribuito a far sì che la squadra raggiungesse l’obiettivo che tutti avevamo e per questo sono contento. Era importante per la squadra vincere la partita.”

Riccardo Vaglio, l’uomo che ha segnato il gol-qualificazione, ha invece così analizzato la partita: “Sono molto contento perché abbiamo passato il turno e ci abbiamo creduto fino alla fine. E’ stata tanta roba questa qualificazione perché prendere gol all’ 85’ e ribaltarla nel giro di pochi minuti non era facile”

La squadra, dopo una giornata di riposo, si ritroverà venerdì 2 ottobre per preparare il match casalingo contro il Mariano Calcio in programma domenica 4 ottobre alle ore 15:30.

In Coppa Italia, invece, i rossoneri si giocheranno gli ottavi di finale in gara secca contro il Pavia il giorno 28 ottobre con orario e campo di gioco ancora da definire.

 

Commenti

SANT’ANGELO vs CODOGNO 3-1
MODALITÀ DI PRENOTAZIONE DEI BIGLIETTI PER SANT’ANGELO vs MARIANO CALCIO DI CAMPIONATO