Un punto ciascuno che (forse) accontenta il Sant’ Angelo. Il big match tra i rossoneri ed il Club Milano termina con il risultato di 1-1 ed alla luce di come si era messa la partita, con il Sant’ Angelo ridotto in nove uomini a causa delle espulsioni di Cicciù e Scietti, per la formazione barasina si può parlare di punto guadagnato e non di due punti persi.

Una menzione speciale va fatta per lo stadio “Chiesa” che, seppur orfano di diversi settori a causa delle ordinanze comunali che ne vietano l’utilizzo, è tornato finalmente a “ruggire” grazie alla grinta ed alla passione trasmesse dalla Sant’ Angelo Ultras e dai tifosi barasini accorsi in massa per sostenere la squadra. Lo stadio ribolle di passione e funge da autentico dodicesimo uomo in campo per la squadra di mister Domenicali.

L’ allenatore del Sant’ Angelo non cambia formazione iniziale per la terza partita consecutiva. Alborghetti in porta, Ortolan e Alpoli sulle corsie esterne con De Angeli e capitan Scietti a formare la coppia di centrali difensivi. A metà campo le certezze sono ormai Vaglio, Lazzaro e Cicciù. Galli confermato dietro le punte che sono Panigada e Cristofoli.

La fase iniziale della partita vede molto agonismo in campo con le squadre che si affrontano a viso aperto senza però creare particolari apprensioni l’una all’ altra. Al quarto d’ora la prima, vera, occasione della partita: Lazzaro batte un calcio d’angolo sul primo palo, Cristofoli anticipa tutti ma è bravo il portiere del Club Milano, Monzani, a distendersi sulla sua sinistra e respingere il colpo di testa dell’ esperto centravanti rossonero. La formazione milanese prova a rispondere al tentativo rossonero con Doria che conclude sopra la traversa con il mancino dopo aver ricevuto un invito da Pagliaro. Al ventesimo il vantaggio del Sant’ Angelo: Lazzaro batte ancora un corner dalla destra, Cristofoli anticipa di nuovo tutti e riesce a trafiggere Monzani che non può che raccogliere il pallone in fondo alla rete. I rossoneri provano a cercare di raddoppiare con Panigada che, poco dopo il vantaggio, prova a concludere con il mancino su assist di Lazzaro ma la sua conclusione viene neutralizzata da Monzani. Al trentesimo è Lazzaro a provarci su punizione ma la conclusione del regista del Sant’ Angelo si infrange contro la barriera. Al trentottesimo arriva il pareggio del Club Milano. Vitali calcia una punizione dai venticinque metri che viene deviata dalla barriera rossonera mettendo fuori causa Alborghetti che, preso in contro tempo, non riesce ad evitare il pareggio della formazione milanese. Al quarantacinquesimo, senza alcun minuto di recupero, termina il primo tempo sul risultato di 1-1.

La ripresa vede il Club Milano provarci con più insistenza rispetto al Sant’ Angelo ma, senza nulla togliere all’ ottima partita disputata dagli uomini di mister Scalise, va detto che l’andamento dei secondi quarantacinque minuti è stato fortemente condizionato dalle espulsioni di Cicciù (al cinquantesimo) e Scietti (al settantesimo). Il commento nulla ha a che vedere con un giudizio sull’ operato arbitrale ma è evidente che giocare per oltre quaranta minuti in inferiorità numerica e, addirittura, per oltre venti in doppia inferiorità numerica ha sicuramente tolto qualche possibilità alla formazione barasina. Detto questo sono comunque da registrare dei tentativi degli uomini di mister Domenicali: De Angeli, in due occasioni, ha provato a rendersi pericoloso in attacco ma non è riuscito a trovare la gioia del gol e Lazzaro, all’ ultimo, viene chiuso prima di concludere dal limite dell’ area. Dall’ altro lato il Club Milano prova a sfruttare la superiorità numerica ma, nella realtà dei fatti, Alborghetti deve solo respingere due conclusioni non molto insidiose scagliate da Pagliaro. La stoica resistenza barasina termina al novantaquattresimo minuto quando il direttore di gara decreta il fine delle ostilità: Sant’ Angelo - Club Milano 1-1, risultato finale.  

A parlare, nel post partita, sono stati Mister Domenicali e Fabio Cristofoli.

Domenicali: “Dividerei la partita tra primo e secondo tempo. Nel primo tempo direi che abbiamo dominato il gioco e siamo stati padroni del campo mentre nel secondo, complici le due espulsioni, ci siamo dovuti difendere ma il fatto di aver concesso poco o nulla al miglior attacco del campionato non è poco. Dopo questa partita di crediamo più di prima perché vogliamo regalare a questo pubblico meraviglioso la gioia della vittoria del campionato”

Cristofoli: “C’è rammarico perché con le due espulsioni ci hanno messo in difficoltà ma siamo anche stati bravi a difenderci e portare a casa un ottimo punto. Anche oggi abbiamo fatto la nostra prestazione e siamo ancora in corsa per giocarci in campionato”

Il prossimo impegno del Sant’ Angelo è in programma domenica 6 giugno 2021 alle ore 15:30 al “Fratelli Molinari” di Codogno per la decima giornata del campionato di Eccellenza 2021.

 

Commenti

SANT' ANGELO vs CLUB MILANO 1-1
DECIMA GIORNATA DI CAMPIONATO: CODOGNO vs SANT' ANGELO