Il Sant’ Angelo torna dal secondo allenamento congiunto consecutivo in terra bergamasca con diverse note positive. 
I rossoneri giocano contro un’ avversaria di categoria superiore, il Villa d’Almè infatti disputerà il campionato di serie D, senza mai soccombere evidentemente sia sul piano fisico sia sul piano del gioco. 

Se è vero che per alcuni tratti di partita il possesso del pallone era costantemente nei piedi della formazione della Val Brembana è altrettanto vero che le occasioni più nitide le hanno avute gli uomini di mister Domenicali. Se si considera, poi, che alla voce “parate” i portieri Minerva ed Alborghetti, giovane classe 2000 arrivato in rossonero in settimana, hanno registrato il numero zero il tutto rende l’idea della buona prova offerta dal Sant’ Angelo in quel di Villa d’Almè. 

Sul terreno di gioco in erba sintetica di Villa d’Almè il Sant’ Angelo di schiera con il consueto 4-3-3 con alcune novità rispetto agli schieramenti delle scorse settimane. In porta, per la prima volta in questo inizio stagione, gioca Minerva che completa il reparto difensivo composto da Marioli, De Angeli, Scietti e Barulli. A metà campo è Puccio la novità più importante: il classe ’89 rientra nell’ undici titolare nel ruolo di regista dopo aver saltato le prime uscite per qualche noia muscolare dovuta ai carichi della preparazione. Insieme a lui ci sono Cicciù e il “papu” Louie Gomez. Confermatissimo, invece, il tridente offensivo Vaglio, Bertani, Romani. 

L’avvio è tutto di marca bergamasca. Nei primi dieci minuti il Villa d’Almè mantiene sistematicamente il pallino del gioco e crea qualche grattacapo al Sant’ Angelo ma senza mai creare nulla che possa impensierire seriamente Minerva. I rossoneri prendono le misure agli avversari, la squadra bergamasca pressava altissimo gli uomini di mister Domenicali, e già al 14’ arriva la prima occasione da gol: Gomez scambia con Cicciù che imbecca verticalmente Bertani, quest’ ultimo con un raffinato tocco di mezzo esterno scarica per Gomez che di prima intenzione serve Vaglio leggermente defilato sulla corsia di destra, proprio Vaglio scarica all’ indietro per l’accorrente Cicciù che con uno stop si sistema la palla per proporre un traversone per la testa di Bertani che con una bella girata impegna il portiere avversario. Una bellissima azione confezionata dai rossoneri di mister Domenicali. Sono le prove generali per il gol che arriva dieci minuti più tardi: Vaglio cerca Bertani che, dopo un dribbling, alleggerisce per Gomez. Il “papu” allarga per Romani che, con una palla al bacio, serve un assist perfetto per l’inserimento proprio di Vaglio non può fare altro che appoggiare la palla in rete. Il Sant’ Angelo passa in vantaggio ma non si accontenta tanto è vero che al 29’ ed al 35’ ha altre due occasionissime con Romani che però sulla strada tra lui e il gol vede sempre l’opposizione degli ottimi interventi del portiere avversario. All’ intervallo: Villa d’Almè-Sant’Angelo 0-1. 

La ripresa ricalca la falsariga del primo tempo. Un avvio deciso del Villa d’Almè, fatto di costante possesso palla e ricerca di triangolazioni offensive, ma è poi il Sant’ Angelo ad avere altre due grosse occasioni. La prima ce l’ha capitan Scietti che su un traversone rasoterra di Romani, susseguente agli sviluppi di un calcio piazzato, impegna seriamente l’estremo difensore avversario mentre la seconda capita sui piedi di Panigada, entrato nel secondo tempo al posto di Bertani, che si presenta a tu per tu con l’ottimo numero uno bergamasco ma non riesce a superarlo con un morbido pallonetto. Tante occasioni, dunque, per gli uomini di mister Domenicali che giocano con grande autorità al cospetto di un Villa d’Almè costruito per stare nei piani alti della serie D. La partita, però, non ha il “lieto fine” per i rossoneri: sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Villa d’Almè trova il gol del pareggio in mischia quando il cronometro del secondo tempo segna il minuto 41. Il risultato, 1-1, non cambierà più sino al fischio finale del direttore di gara. 

Nel post gara hanno parlato mister Domenicali e Riccardo Vaglio. 

“Ho raccolto indicazioni positive. Siamo venuti a giocare contro una buona squadra, che ha una buona fisicità abbinata ad una buona tecnica, e abbiamo giocato una buona gara. Abbiamo sofferto in certi momenti il loro gioco però ci siamo difesi bene avendo parecchie occasioni da gol. Una delle cose su cui dobbiamo migliorare è certamente fare qualche gol in più e poi dobbiamo essere più bravi nel recupero palla. La manovra offensiva mi è piaciuta: siamo arrivati a concludere al termine di belle azioni palla a terra poi è stato bravo il loro portiere. Mi è piaciuto anche l’approccio alla gara. Abbiamo dimostrato buona personalità.” ha dichiarato il mister rossonero. 

Riccardo Vaglio, esterno destro autore del gol del Sant’ Angelo contro il Villa d’Almè, ha analizzato così la gara giocata in terra bergamasca: “Ci stiamo allenando bene ed in questo momento è importante mettere minuti nella gambe. Sicuramente siamo sulla strada giusta, lo capiamo noi in campo come voi fuori. Stiamo lavorando tanto e stiamo caricando in maniera importante perché poi abbiamo l’ambizione di vedere se siamo all’ altezza di un campionato di vertice in Eccellenza”. 

La squadra si ritroverà lunedì 14 settembre per la ripresa degli allenamenti al centro sportivo “Guazzelli” di Riozzo.

Commenti

VILLA D’ALMÈ vs SANT’ ANGELO 1-1
ALLENAMENTO CONGIUNTO CON IL FANFULLA